Monete svizzere

Monete in franchi della Svizzera

1 franc SwitzerlandL'area occupata attualmente dalla Svizzera nell'antichità fu popolata a nord delle Alpi dai celti degli Elvezi, a sud dai Leponti e dagli Insubri, mentre a sud-est dai Rezi. Durante l'Impero Romano, la Rezia, che corrisponde al cantone dei Grigioni, venne intensamente romanizzata.

La storia dell'attuale nazione Svizzera iniziò il primo agosto 1291 con la nascita della Confederazione tramite il giuramento di alleanza sul Lago dei Quattro Cantoni tra i rappresentanti delle comunità di Uri, Svitto e Untervaldo (detti Cantoni forestali o Waldstaetten). Il Patto del Rütli (dal nome della località dove si svolse il giuramento) costituiva una lega di difesa contro gli Asburgo, che vennero sconfitti nel 1315 a Morgarten, nel 1386 a Sempach e nel 1388 a Näfels. Nel frattempo alla confederazione si univano i nuovi cantoni di Berna, Glarona, Lucerna, Zugo e Zurigo, costituendo la Confederazione degli Otto Cantoni.

Durante il XV secolo gli Svizzeri conquistarono Appenzello, Argovia e Turgovia e si allearono con Ginevra, Grigioni, San Gallo e. Vallese. Nel XVI secolo ci fu la vittoria a Grandson e Morat su Carlo il Temerario di Borgogna, seguita dall'adesione di Basilea, Friburgo e Soletta. Intanto le comunità di Uri e di Untervaldo scendono a sud delle Alpi conquistando la parte più a nord del fiume Ticino. Nello stesso secolo Ulrico Zwingli introduce anche in Svizzera la Riforma Protestante e le guerre di religione che interessano l'Europa toccano anche il paese, con Zwingli che muore in battaglia e Berna che diffonde il Protestantesimo nel Canton Vaud.

L'indipendenza della Svizzera dall'Impero viene riconosciuta con la Pace di Westfalia del 1648, mentre nel 1798 le truppe rivoluzionarie francesi invadono la Svizzera, che viene trasformata nella Repubblica Elvetica con i cantoni trasformati in unità amministrative analoghe ai Départements francesi. Con l'Atto di Mediazione del 1803 Napoleone riconferisce alla Svizzera la struttura di uno stato confederale, con anche i cantoni di Argovia, Canton Ticino, Grigioni, San Gallo, Turgovia e Vaud allo stesso piano degli altri. Nel 1847 viene costituita la lega di Sonderbund dai cantoni conservatori-cattolici, rapidamente sconfitta dai cantoni liberali. Nel 1848, con una nuova costituzione, la Svizzera diventa uno stato federale analogamente a quanto avvenuto negli Stati Uniti.

Nel 1971 c'è il riconoscimento del diritto al voto delle donne ed Elisabeth Kopp del Partito Radical-Democratico è la prima donna eletta ministro. Nel 1977 c'è la costituzione del Canton Giura come ventiseiesimo cantone tramite il suo distacco da quello di Berna.

Nel 1986 c'è il rifiuto tramite plebiscito all'ingresso nelle Nazioni Unite e nel 1992 quello di entrare all'area economica europea. In quest'ultima occasione il paese si divide tra la Svizzera Francese (Romandia), favorevole all'ingresso nell'Unione Europea, e la Svizzera Tedesca e Italiana che difendono l'indipendenza dall'Europa. Si giunge, invece, ad un accordo per l'ingresso nella Banca Mondiale e nel Fondo Monetario Internazionale.

Nel 1998 c'è il patteggiamento sul pagamento di 1,25 miliardi di dollari da parte di due delle maggiori banche del paese alle famiglie di vittime dell'Olocausto per l'accusa di organizzazioni ebraiche americane di appropriazione nel periodo della Seconda Guerra Mondiale dei beni depositati da cittadini ebrei.

Nel 1999 viene eletta Ruth Dreifuss come prima donna presidente e il 10 settembre 2002 vi è l'ingresso nelle Nazioni Unite è avvenuta della Confederazione Elvetica.

 

Copyright © LesFrancs.com
les francs numismatique